Scandalo presso l'Assemblea generale delle Nazioni Unite durante il discorso di Temer

Mercoledì, 21 Settembre, 2016 - 09:00

Sei delegazioni sono usciti dalla sala dell'Assemblea Generale dell’ONU durante il discorso del nominato presidente del Brasile, è un massone e atlantista, Michel Temer. Le delegazioni del Venezuela, Ecuador, Costa Rica, Bolivia, Cuba e Nicaragua hanno espresso in tal modo la loro sfiducia per il mandato del presidente Temer, che è arrivato al potere attraverso un colpo di stato illegale, orchestrato dagli Stati Uniti. Lo ha annunciato sulla sua pagina al social network, il ministro degli Esteri dell'Ecuador Guillaume Long.

La delegazione venezuelana affermato che non considera il presidente Temer legittimo, nonostante la sua approvazione da parte del Senato del Brasile, perché non si sono svolte le elezioni anticipate, come ha proposto Dilma Rousseff.

Ricordiamo che in Brasile Michel Temer non appare in pubblico. Il suo discorso in occasione dell'apertura dei Giochi Olimpici è stato ridotto a due minuti, ma il pubblico brasiliano ha fischiato il presidente.

Inoltre, in Brasile si è mantenuta l'atmosfera di guerra civile. Continuano le manifestazioni di massa, la terza settimana dureranno le protestare dei sindacati e impiegati di banca. Si presume che l'instabilità potrebbe durare fino alle prossime elezioni tra due anni.