Ministro Pinotti, passi in avanti oggi a Bratislava verso un sistema di difesa europeo

Martedì, 27 Settembre, 2016 - 17:00

Nella riunione informaledei ministri della Difesa dell'Unione Eurpea a Bratislava, il primo passo verso la costruzione di una difesa comune europea, è andato "nella direzione giusta". "Non si è registrata un'unità d'intenti di tutti i paesi, ma non ce la saremmo aspettata: ci sono sempre state posizioni diversificate, però ho notato passi in avanti su questioni sulle quali fino a poco tempo fa non c'era alcun consenso". Lo ha detto all'agenzia di stampa italiana ANSA il ministro della Difesa Roberta Pinotti alla fine della riunione, indicando tra queste la possibilità di destinare risorse europee alla ricerca e all'industria della difesa. Positivo anche il trilaterale con i colleghi francese e tedesco, Jean-Yves Le Drian e Ursula von der Leyen, alla luce del 'paper' italiano. "La loro proposta, visto che il nostro paper ha molti punti armonizzabili col loro documento, è stata quella di lavorare subito a tre per poi aggregare altri". Pinotti ha poi rilevato come importante novità rispetto al passato "il fatto che si parli di risorse europee per la Difesa". Ne hanno parlato, infatti, Juncker ed oggi la responsabile per l'Industria, Elzbieta Bienkowska.