Egitto: a settembre presenze turistiche in calo del 41% rispetto al 2015

Mercoledì, 2 Novembre, 2016 - 14:00

L’ufficio statistico egiziano ha registrato un calo del turismo straniero del 41 per cento a settembre rispetto allo stesso mese del 2015. Sono stati 473 mila i turisti giunti in Egitto a settembre rispetto agli 802 mila dello stesso mese dello scorso anno.

I paesi che hanno registrato un calo più forte per la presenza di turisti sono la Russia (circa il 65 per cento), il Regno Unito (18 per cento), la Germania (13 per cento) e l’Italia (3,6 per cento). In questo periodo la maggior parte dei turisti è arrivato dal Medio Oriente. Il 34 per cento dei turisti giunti in Egitto a settembre proveniva dalla regione mediorientale e in particolare il 29 per cento di loro dall’Arabia Saudita. Il 31 per cento dei turisti giunti in Egitto dall’estero a settembre provenivano dall’Europa orientale.

Dopo la “primavera araba del 2011” il turismo in Egitto è decisamente crollato. Alla situazione di crisi si sono aggiunti i disastri aerei del volo di linea russo Metrojet 9268, precipitato in Egitto con 224 persone lo scorso 31 ottobre, e del volo Egyptair 804 precipitato nel Mediterraneo il 19 maggio scorso con 66 persone a bordo in circostanze ancora da chiarire.

Prima del 2011 il paese aveva in media circa 12 milioni di visitatori all’anno, di cui circa un milione dall’Italia. Il crollo dal 2014 al 2015 è stato di circa il 60 per cento.

Secondo i dati, nel giugno scorso le presenze non hanno superato le 320 mila, mentre nello stesso mese del 2015 erano state circa 820 mila. Sul dato hanno inciso le decisioni di Russia e Regno Unito di sospendere i voli verso le più rinomate località egiziane.