Gli Stati Uniti hanno riconosciuto il fatto di pagamento del riscatto all’Iran

19.08.2016

Gli Stati Uniti hanno confermato il trasferimento all'Iran di 400 miliardi di dollari. Il portavoce del Dipartimento di Stato, John Kirby, ha riconosciuto che il trasferimento di denaro in realtà era un riscatto.

Il cuore del problema

Stiamo parlando dell’accordo per la fornitura di armi all'Iran, quando gli Stati Uniti hanno bloccato l’affare dopo la rivoluzione islamica del paese. Solo pochi decenni dopo, gli americani hanno accettato di pagare una penale. Nel frattempo, gli Stati Uniti hanno tenuto il pagamento di denaro a condizione che alcuni americani, che c’erano nelle carceri iraniane, sono stati rilasciati.

Le bugie di Obama

Il rimborso degli americani si è tenuto il 17 gennaio, 2016. Tuttavia, i funzionari degli Stati Uniti non hanno parlato della questione fino l’agosto di quest'anno, ma si è trapelata ai media statunitensi. Così, inizialmente le autorità statunitensi (in particolare il presidente Obama) hanno negato che si trattava del riscatto.

La debolezza del regime

Di fronte a nuove rivelazioni, il Dipartimento di Stato sta cercando di fare buon viso a cattivo gioco. Questo accordo stanno già usando gli avversari di Obama e i democratici, come un sintomo della debolezza del regime attuale di Washington. Soprattutto è benefico per Donald Trump.