Putin e Nazarbayev: creatori dell’euroasiatico polo di potere

15.08.2016

Il 16 agosto il presidente russo, Vladimir Putin, e il presidente del Kazakistan, Nursultan Nazarbayev, deterranno i colloqui a Sochi. Oltre la cooperazione economica e commerciale e legami culturali, i capi degli stati discuteranno sui temi della collaborazione nella regione eurasiatica e delle più importanti manifestazioni internazionali.

Il nucleo dell’Eurasia

La Russia e il Kazakistan sono alleati naturali, che costituiscono il nucleo del polo di potere eurasiatico nello spazio post-sovietico. L'integrazione tra gli stati ha raggiunto un livello elevato. Un esempio di questo è il supporto di Nursultan Nazarbayev negli sforzi di Mosca sulla rimozione della Turchia dalla sfera di influenza degli Stati Uniti e della NATO.

L’alleanza russo-turca

Dopo il fallito colpo di stato militare in Turchia, c'è stato un nuovo disegno dell'asse politico, economico e militare. L’alleanza russo-turca, comprende i paesi della CSTO, guidato da Russia, Turchia e Azerbaijan, è il risultato di processi oggettivi nell’architettura globale.

Le sfide comuni

E 'possibile che i nuovi membri del blocco soffriranno dalla crescente pressione delle reti occidentali di influenza. I recenti sviluppi in Kazakistan e Turchia, nonché i dati sulla divulgazione del raggruppamento dei seguaci di Gülen in Azerbaigian indicano, che gli atlantisti applicano il massimo sforzo per ritardare la creazione dei poli di potenza euroasiatici.