L’ISIS ha dichiarato la guerra per la Russia

31.07.2016

Vietato in Russia, il gruppo terrorista "Stato Islamico" ha incoraggiato a commettere gli atti terroristici in Federazione Russa. Alla vigilia, è stato pubblicato un video dei terroristi, che comprende le chiamate con le minacce per i cittadini russi e Vladimir Putin personalmente.

La guerra ibrida

Gli estremisti hanno già pubblicato un video simile, ma dopo una serie di attacchi terroristici in Europa, la dichiarazione di jihad in Russia suona minaccioso. Non importa chi sarà il colpevole, una nuova possibile ondata di attacchi terroristici è nella logica degli Stati Uniti, attraverso la guerra ibrida. Le azioni anti-russi sono redditizi per gli atlantisti. I terroristi, direttamente o indirettamente, agiscono come uno strumento di grande geopolitica, come ad esempio le truppe ucraine in Donbass, i nazionalisti filo-americani a Yerevan, la rete di Gulen in Turchia, la WADA a Sport (perdite di immagine), i media liberali nella guerra dell'informazione.

Il fattore siriano

Per i militanti, una giustificazione delle loro azioni è l'intensificazione dei combattimenti in Siria dalla Russia. Con il supporto delle forze spaziali militari della Federazione Russa, le truppe siriane sono stati in grado di bloccare la parte di Aleppo, che stata controllata dai militanti. Dopo la sconfitta di gruppi terroristici nella zona, tutta la potenza della macchina militare russa travolgerà LIH.