Il Parlamento polacco ha riconosciuto Volyn massacro come il genocidio

21.07.2016

Sejm polacco ha adottato una risoluzione che riconosce l'omicidio di massa dei polacchi nel 1943-44 ("Volyn massacro") dai nazionalisti ucraini dall’Esercito Insurrezionale Ucraino (UPA) come il genocidio. In precedenza la decisione relativa ha già accettato il Senato della Repubblica di Polonia.

Gli eredi degli assassini

L'attuale regime ucraino glorifica i militanti dall’UPA e si considera il successore. In onore di Bandera, Shukhevych e altri nazionalisti, che sono responsabili per l'omicidio di migliaia di polacchi, tra cui donne e bambini, chiamano le strade e stanno mettendo i monumenti. La responsabilità di questo crimine è sulla dirigenza ucraina corrente.

Gli americani coprono i seguaci di Bandera

La Risoluzione del Parlamento Polacco parzialmente complica le relazioni tra i due paesi. Il presidente dell'Ucraina, Petro Poroshenko, ha già detto che lui rimasto deluso dalla decisione polacca. Tuttavia, dal momento che entrambi i paesi sono sotto la gestione esterna degli Stati Uniti, questo non influenzerà sulla cooperazione strategica contro la Russia. Polonia sarà tenuta a fornire l’assistenza per seguaci di Bandera.