Il fantasma del poliziotto mondiale

21.09.2016

L'ex Segretario generale della NATO ha chiesto di ritornare agli Stati Uniti lo status del poliziotto globale.

Burattini e il padrone

In un articolo pubblicato sul Wall Street Journal, il signor Anders Fogh Rasmussen, che ora è il consigliere presidenziale dell'Ucraina, ha scritto che "l'unico candidato capace e affidabile per il ruolo di poliziotto mondiale, che è in grado di ristabilire l'ordine nel mondo sono gli Stati Uniti".

Allo stesso tempo, lui ha aggiunto che gli altri giocatori non vanno bene per questo ruolo, perché l'Europa è frammentata, la Cina è una potenza regionale, e la Russia è occupata dalla rinascita del potere imperiale.

Grido di disperazione

Nell'articolo, che è chiaramente temporizzato all'Assemblea generale delle Nazioni Unite, è evidente una disperazione dei falchi liberali, che capiscono che unipolarità sta rapidamente cedendo il passo a multipolarità, dove gli Stati Uniti non avranno tali opportunità come, ad esempio, effettuare l'intervento, rapire e uccidere le persone in altri paesi, nonché di imporre il loro dominio politico.