I Paesi Bassi hanno votato contro l'Ucraina

Al referendum di ieri la maggioranza si oppone alla ratifica del trattato di associazione Unione europea con l'Ucraina. Secondo i dati preliminari, il 61,1% ha votato contro, e il 38,1% a favore. L'affluenza è stata il 32,2% che rende i risultati del referendum legittimi.

L’aspettativa

I risultati finali saranno annunciati il 12 aprile. Se essi coincidono con i dati multimediali, il parlamento del regno dovrebbe riesaminare il testo del contratto e tenere una nuova votazione.

L'impatto della politica interna

I risultati del referendum saranno correlati con le preferenze politiche dei cittadini olandesi. I risultati delle votazioni indicano l’aumento della popolarità di Partito della Libertà di Geert Wilders. Il partito detiene il secondo posto dopo il Partito del Popolo (27% e 29%, rispettivamente). C'è una probabilità che la coalizione dei liberali e del Partito laburista restano in minoranza per le prossime elezioni parlamentari.

La preoccupazione dei liberali

I dati mostrano lo stato d'animo non è solo olandese, ma anche di tutta l'UE. Euroscettici tolgono i voti dei socialdemocratici, liberali e partiti di sinistra, che hanno recentemente costituito la stragrande maggioranza nell'Unione europea e il Parlamento europeo. I media liberali sono preoccupati per la crescita del sentimento di nazionalismo e il fallimento delle idee liberali.

Il posizione dell’Ucraina

Il presidente dell'Ucraina, Petro Poroshenko, ha definito il referendum come "un colpo per l'unità di Ucraina" e ha promesso di continuare il corso verso l'integrazione europea. Il giorno prima, ci sono stati diversi scandali legati alla schemi di corruzione del presidente di questo paese. Vale la pena notare che la parte ucraina ha subito i costi significativi per il lobbismo alla vigilia del referendum. Inoltre, l'ONU ha dichiarato l'opportunità di carestia oltre di un milione di persone in paese. Entrambi questi fatti sono poco conformi agli ideali europei di democrazia e dei valori dichiarati.