Grande espansione della Cina: verso ovest

07.11.2016

Il fine settimana a Riga si è tenuto un vertice "16 + 1", che unisce i paesi dell'Europa centrale e orientale e la Cina. Inoltre, quest'anno, in qualità di un osservatore al vertice ha aderito la Bielorussia, cambiando il formato a "17 + 1".

La storia

Per la prima volta un vertice simile si è svolto nel 2012 a Varsavia, ma l'idea di esso appartiene alla Cina. A questo punto, tranne la Cina, l'organizzazione comprende 11 Stati membri dell'UE e 5 dei paesi Balcani: Albania, Bulgaria, Bosnia-Erzegovina, Ungheria, Lettonia, Lituania, Macedonia, Polonia, Romania, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Croazia, Montenegro, Repubblica Ceca, Estonia. Il gruppo prevede di unire la Bielorussia.

Indicazioni

Il vertice non è di natura politica, tuttavia, questo sarebbe impossibile, data la differenza di vettori ideologici dei partecipanti. Per Pechino, il metodo prioritario per costruire relazioni con l'Occidente è l'espansione economica. Quindi, le attività del Forum hanno un carattere corrispondente. I principali settori per questo anno sono i progetti commerciali, d' infrastrutture e di trasporto.

Turismo, commercio, esplorazione

Se Pechino sta cercando di sviluppare un nuovo progetto della Via della Seta, allora la Lettonia, secondo il primo ministro Maris Kuchinskis, è interessata allo sviluppo, compreso il commercio on-line con la Cina. Kuchinskis ha detto che Riga è pronta a fornire una piattaforma di commercio elettronico, nonché i servizi nel settore di trasporto, logistico e e-commerciale.

Le autorità lettone ritiene che tutto questo migliorerà l'immagine del paese agli occhi della comunità mondiale, soprattutto asiatici. Riga deriva dal fatto che l'industria turistica è una delle priorità della Lettonia, e la Cina è al primo posto in termini di volume del turismo d'uscita.

Tuttavia, dobbiamo ricordare che il commercio Internet è di particolare interesse per Pechino, ma in un modo completamente diverso. Molti esperti ritengono che questo è una forma di operazioni di intelligence cinese e la Lettonia, come uno stato membro della NATO, che anche situato direttamente ai confini dell'Alleanza, può avere informazioni molto interessanti.