Gli USA consolidano i paesi del G7 contro la Russia e Cina

Il quarantaduesimo vertice del G7 si è aperto oggi in Giappone. Gli alleati degli Stati Uniti sono incontrati alle porte del santuario scintoista giapponese di Ise, che è stato il primo evento nel quadro del vertice. I partecipanti hanno in programma di concentrarsi sulle questioni economiche e di sicurezza.

I satelliti degli Stati Uniti

Alla fine degli anni 1970 -1980 il nome G7 (Gruppo 7) è stato utilizzato per selezionare i paesi più economicamente sviluppati nel periodo del mondo: Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Germania, Giappone, Italia e Canada. Attualmente G7  non sono le sette economie più sviluppate del mondo, ma semplicemente un gruppo di satelliti degli Stati Uniti. Se G7 formata in termini di PIL, la sua composizione sarebbe la seguente: Stati Uniti, Cina, Giappone, Germania, Gran Bretagna, Francia e Brasile.
Puramente l’unificazione politica dimostra la trasformazione e breve del G7 nel G8 dal 1997 al 2014. La Russia si è unita a questa organizzazione negli anni del declino economico e il più grande influenza degli Stati Uniti ed è uscita fuori di esso dopo la riunificazione con la Crimea, in cui ha dimostrato la piena sovranità e l'indipendenza del egemone globale.

L’ordine del giorno del vetrice

All'ordine del giorno del vertice in Giappone le seguenti domande:

1. I problemi dell'economia mondiale e la riformattazione del sistema economico mondiale, nel contesto del partenariato commerciale Trans-Pacific e Trans-Atlantic. In realtà, stiamo parlando della creazione di due spazi economici chiuse sugli interessi degli Stati Uniti in cui la sovranità degli Stati-nazione sarà sottoposta al ulteriore erosione e il ruolo delle imprese multinazionali aumenta. I paesi che non entrano in questo sistema, prima di tutto, i paesi BRICS sono sottoposti a ostracismo economico.

2. Le questioni della sicurezza. Stiamo parlando di problemi generali della politica mondiale. Dichiarativo, la lotta contro il terrorismo in primo piano. Gli Stati Uniti costringeranno i suoi alleati per mantenere la loro dura presa della posizione sulla questione dell’Ucraina e sanzioni contro la Russia.

3. I conflitti internazionali in Asia sono rivendicati da uno dei temi più importanti. Stiamo parlando dell'opposizione per la "minaccia" della Corea del Nord. Sotto questo prologo gli Stati Uniti hanno un programma di aumentare la propria presenza militare nella regione del Pacifico. Inoltre, gli USA prevedono di consolidare la posizione dei paesi del "Sette" sul Mar Cinese Meridionale nel modo anti-cinese.

4. Si prevede di discutere sui temi dello sviluppo sostenibile, la salute, problemi alimentari (in realtà sarà lobbying per il tema di OGM), rifugiati e valorizzare il ruolo delle donne in politica e nell'economia.

L’approfondita del confronto

La posizione degli Stati Uniti su una serie di importanti questioni internazionali dimostra la volontà di essi di andare a un ulteriore confronto con la Russia. Alla vigilia i rappresentanti dell'Unione europea hanno opposto alla revoca delle sanzioni contro la Russia, nonostante il rilascio della criminale militare ucraina Nadejda Savchenko, su ciò che in precedenza insistito l'Unione europea e gli Stati Uniti. Gli americani hanno temperato la retorica sulla Siria. Gli Stati Uniti hanno usato il vertice in Giappone per fare pressione sui leader che volevano normalizzare le relazioni con la Russia.