Assemblea parlamentare della NATO ad Istanbul

21.11.2016

Ad Istanbul inizia una sessione plenaria dell'Assemblea parlamentare della NATO. Durante la sessione, che è in corsa già tre giorni, sono state  discusse le questioni più urgenti dell’alleanza: collaborazione all'interno dell'organizzazione e fallimento dei tentativi di esercitare pressioni sulla Russia.

Colpo di stato turco

Naturalmente, ad Istanbul, era impossibile di non toccare il tema del colpo di stato. Tuttavia, circa la partecipazione al tentato di alti funzionari della NATO non ha parlato nessuno.

Il Segretario Generale dell’organizzazione Jens Stoltenberg ha detto che "la Turchia è un partner molto importante, ma molto vulnerabile". Ma Ankara si ricorda che, al fine di renderla vulnerabile, la NATO ha utilizzato tutti i mezzi disponibili.

Probabilmente, è a causa di questo, ancora prima della riunione finale, Recep Tayyip Erdogan ha fatto una serie di dichiarazioni, tra cui l'adesione alla SCO invece che l'Unione europea, al fine di ottenere una certa distanza dal vertice dei paesi atlantisti.

La questione russa

La maggior parte del programma di tre giorni della sessione sono le questioni relative alla soluzione della crisi ucraina, o come ha posizionata la NATO è "un riflesso dell’aggressione russa". Inutile dire che le dichiarazioni sono più populiste.

Così, nonostante le parole di Stoltenberg circa la necessità del dialogo, una risoluzione di un carattere tagliente anti-russo è stata approvata: "E' chiaro che le condizioni per il miglioramento delle relazioni attualmente non esistono" - detto nel documento.