attacco

Esecuzioni immobiliari: l’attacco degli Istituti di Credito al risparmio italiano

21.11.2016

A fronte della crisi internazionale, il mercato del credito si contrae e con esso anche quello del lavoro. Mentre le famiglie perdono il lavoro e buona parte della propensione al risparmio, le banche ottengono garanzie da Cassa Depositi e Prestiti per ottenere dalla BCE finanziamenti a tasso agevolato. Questi stessi finanziamenti, che nelle intenzioni dovevano essere un volano per la ripresa delle operazioni di credito, vengono incamerati ad un tasso di poco superiore all’1% e rimessi sul mercato italiano al 13 – 14% per le aperture di credito ed al 3-4% per i mutui (quando garantiti da ampia copertura immobiliare). Le stesse banche aiutate dal Governo nella ripresa e salvate a più ripresa, attaccano per morosità le famiglie cadute in disgrazia ed impossibilitate nel pagare il finanziamento sottoscritto in altra epoca, azionando l’azione esecutiva sugli stessi immobili a garanzia. Quando gli immobili vanno all’asta la stessa banca coadiuva i consumatori per nuovi mutui tesi all’acquisto degli stessi cespiti. Se non fosse il perverso meccanismo della connivenza tra politica e credito italiano, ci sarebbe da girare un film dell’orrore.

Siria: fallito l'attacco di al Qaeda contro i quartieri occidentali di Aleppo

02.11.2016

Secondo quanto riferito in vari rapporti e lanci di agenzia, l'offensiva lanciata dal Fronte al Nusra, che recentemente ha cambiato il suo nome in Jabhat Fateh al-Sham, contro i quartieri occidentali di Aleppo è fallita e l'esercito del governo legittimo siriano è riuscito a riconquistare tutte le principali aree cadute nelle mani di quella che notoriamente è la sezione locale di al Qaeda nel corso dei primi due giorni di operazioni.

 

Apocalisse Hacker: il giorno in cui Assange fu creduto morto

28.10.2016

un'ipotesi da vagliare attentamente è proprio quella che vede uno dei più violenti attacchi hacker che la rete abbia mai visto porre in essere, come una probabile reazione alla notizia della dipartita del capo di Wikileaks, come a voler dimostrare che non c'è forza peggiore da scatenare contro le elites del 21esimo secolo che quella di questi pirati cibernetici.