MASS MEDIA

Il grande imbroglio della "femminista" Hillary Clinton

17.11.2016

Che la sconfitta di Hillary Clinton sia una sconfitta per tutte le donne è grottesco: è una mistificazione della realtà inaccettabile. Non è il sessismo, ma la generalizzazione a essere un pericolo sempre presente: il sillogismo secondo cui "Hillary è una donna e dunque rispecchia  il pensiero di tutte le donne" ovviamente non sta in piedi. Chi lo ha deciso che le donne, in quanto tali debbano essere sempre perfetti esempi e per questo motivo accettate e seguite da tutte le altre donne? Se vogliamo vincere una battaglia contro il sessismo è l'ora di  ammettere di essere tutte diverse, dalle diverse opinioni e sensibilità. E che quella con gli uomini non deve essere una battaglia. Forse è questo l’unico obiettivo che una donna, femminista o meno, dovrebbe avere.