GLOBALIZZAZIONE

Il voto referendario tra governance e sovranità

14.11.2016

In uno scenario in cui i diritti degli individui contano più di quelli dei popoli, la sovranità popolare si conferma la grande assente di questo tentativo di riforma costituzionale, improntata alla esigenze della governance, dell'efficientismo e del risparmio, parole che rimandano a una grammatica della finanza, del Mercato e non già della politica. In Italia abbiamo un'infinità di leggi e francamente non si sente la necessità di leggi “più veloci”, ma di leggi migliori, più giuste, che guardino più al bene comune che agli interessi particolari individuali o di gruppi, che siano ispirate alla tutela dell'interesse nazionale e della cittadinanza e non delle agenzie di rating, degli speculatori e di chi è più sensibile a quel che “chiede l'europa” rispetto a quel che chiede il proprio popolo.