La Russia potrebbe fornire vari tipi di sistemi di difesa aerea alla Turchia

Venerdì, 14 Ottobre, 2016 - 15:30

Il presidente russo, Vladimir Putin, e quello turco, Recep Tayyip Erdogan, hanno discusso della possibilità di fornire vari tipi di sistemi di difesa aerea alla Turchia.

Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitrj Peskov, durante un colloquio con la stampa oggi. "Nell'agenda dei contatti tra Putin ed Erdogan erano presenti temi legati alla cooperazione militare e tecnica - ha detto Peskov -. Sono stati menzionati vari sistemi di difesa aerea, che, se la Turchia vuole, la Russia potrebbe fornire in diverse varianti". Peskov ha precisato che si tratta di una questione "puramente commerciale, un'area di cooperazione molto delicata". Nei giorni scorsi l'emittente turca "Ntv" aveva riferito che la cooperazione militare nel settore della difesa antiaerea era stata uno dei temi dell'incontro di lunedì 10 ottobre ad Istanbul tra i due capi di Stato, a margine del Congresso mondiale dell'energia.

La Turchia ha abbandonato lo scorso anno il programma T-Loramids per la produzione di un sistema di difesa antiaerea autoctono. La gara vedeva protagonisti l'azienda cinese Cpmiec (China National Precision Machinery Import & Export Corporation) che inizialmente era stata scelta come miglior offerente, le statunitensi Raytheon e Lockheed Martin con i Patriot e il consorzio franco-italiano Eurosam con il Samp-T, armi che tra l’altro la Nato ha schierato in questi ultimi anni proprio in Turchia per difenderla da eventuali attacchi di missili balistici e da crociera siriani.