Cosa sperare da questo Natale

22.12.2016

È in arrivo il Natale ed ormai è passato un altro anno. Ancora una volta ci ritroviamo immancabilmente a fare i conti con i giorni che ci lasciamo alle spalle ed il carico di emozioni, gioie, dolori, successi ed insuccessi che abbiamo dovuto affrontare. Come sempre e per sempre, almeno credo, finché esisterà un uomo sulla terra che celebrerà il Natale, questi giorni saranno contraddistinti da un vero e proprio desiderio di speranza. Speranza che viene prima della legittima voglia di fermarsi e fuggire dai ritmi frenetici cui ormai ci siamo condannati e speranza che accompagna silenziosamente i momenti in cui ritroviamo, durante queste festività, i nostri affetti più cari.

E allora cosa sperare per questo Natale e l'anno nuovo che si annuncia?

Forse basterebbe sperare che arrivi e si realizzi il senso del messaggio del Natale cristiano, ma forse anche della festa che precedeva l'era cristiana. Il trionfo della Verità, il ritorno ai fatti, alla semplicità dei gesti e dei comportamenti, alla verità dei rapporti umani coi nostri familiari ed i nostri amici.

Il compiersi di questa speranza segnerebbe il trionfo della consapevolezza e probabilmente anche di un mondo più giusto, perché vero. Un mondo in cui le comunità non rinneghino se stesse ed i loro legami e gli uomini sappiano viversi ed incontrarsi per ciò che sono e non per ciò che altri subdoli meccanismi e poteri pretendono.

Il Natale ci ricorda che la notte è destinata a passare e che la Verità è portentosamente semplice. Semplice e vera come il sorriso di un neonato, come la carezza ad un nostro caro o l'abbraccio di chi amiamo. Nonostante la notte, nonostante il male.

Auguri a chi crede nella speranza e nel vero perche questa è la vostra festa.