La Liguria vota contro le sanzioni antirusse

29.06.2016

L'assemblea legislativa della regione italiana di Liguria oggi voterà sulla risoluzione che chiede di annullare le sanzioni antirusse e di riconoscere la riunificazione della Crimea con la Russia. L'iniziatore dell'azione è il partito italiano "Lega Nord".

Le prospettive del voto

In Liguria, il Parlamento viene controllato dalla coalizione Lega Nord e il partito "Avanti Italia" di Silvio  Berlusconi, che voteranno a favore della risoluzione. Inoltre, per l'abolizione delle sanzioni antirusse voteranno i deputati del movimento populista "Cinque Stelle".

Il Nord contro le sanzioni

In precedenza, una risoluzione simile già adottato il Parlamento della regione italiana del Veneto, dove la Lega Nord ha una posizione particolarmente forte. La prossima settimana voterà la Lombardia.

Dal punto di vista degli interessi del Nord Italia, dove è sempre stato uno stretto rapporto con la Russia, le sanzioni antirusse e litigio con la Russia per la Crimea incorrono in perdite e hanno colpito l'economia della regione. Poiché il Nord è il cuore economico dell’Italia e l'impatto delle sanzioni sull'economia italiana nel suo complesso. Lo scopo dell'azione nelle regioni della Lega Nord è di forzare Roma per sentire il parere del Nord e ad abbandonare la politica di violazione dei suoi interessi nazionali a causa delle ambizioni politiche di Washington e Bruxelles.