Fratelli d'armi

09.06.2016

I ministri della difesa della Russia, Iran e Siria si trovano oggi a Teheran per discutere della strategia militare congiunta contro le minacce e le sfide comuni. L'iniziatore della riunione è stata fatta da parte iraniana.

Il tema chiave

La questione chiave, che è all'ordine del giorno è la situazione in Siria. Mosca, Teheran e Damasco sono gli alleati militari ufficiali e distruggono congiuntamente i terroristi e ribelli in Siria. Attualmente, l'esercito siriano con l'appoggio di Russia e Iran sta attaccando la capitale del LIH, Raqqa. Per lo sviluppo efficace dell'offensiva è necessario di rafforzare il sostegno militare per l'esercito siriano. Chiaramente, la questione sarà discussa nel corso della riunione.

La Russia intensifica il combattimento

Gli esperti osservano che l'attività militare russa si è intensificata in pista siriana. In primo luogo l’aeronautica russa applica gli attacchi aerei sui terroristi nella zona di Aleppo. Utilizzando la diversione dell'esercito siriano in direzione di Raqqa, i terroristi hanno cercato di recuperare la parte dei territori della zona di Aleppo. Al fine di eliminare la minaccia, le forze russe hanno intensificato gli attacchi aerei in questa direzione.

La confusione negli Stati Uniti

Gli attacchi aerei russi hanno segnato il confronto tra i funzionari della sicurezza statunitense. Mentre la CIA sta cercando di dare ai ribelli ad Aleppo la massima assistenza, il Pentagono ha ufficialmente rifiutato di farlo. Secondo il Dipartimento della Difesa statunitense, la cosiddetta l’opposizione sta attivamente collaborando con i terroristi da "Dzhebhat-en-Nusra" ed in effetti non differisce da loro.